L'inizio - sim737ng

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'inizio

La base di partenza del mio progetto come spesso accade mi balzò agli occhi un pò per caso gironzolando qua e là per la rete. Capitai un giorno sul sito della CPFlight mentre navigavo spulciando fra i produttori di hardware per simulatori e home-cockpit. Sulla pagina iniziale delle news faceva bella mostra di sè la foto di un MIP (main instrument panel) di B737ng completo di tutto e a quanto pareva, già montato e "chiavi in mano", pronto per funzionare da subito!

Si trattava infatti di un kit usato dalla CPFlight per esposizione e dimostrazione ed era formato da un MIP completo formato da due monitor 19" e un monitor 17", un MCP e due EFIS, tutti i comandi e gli switch collegati e funzionanti , una gear lever, etc.. Insomma un vero gioiellino, già montato e connesso ad una Mipboard, anch'essa già settata e funzionante da subito. Due telefonate con Paolo alla CPFlight (sempre gentile e disponibile) e l'affare era concluso: inoltre, meraviglia delle meraviglie, la CpFlight si trova sul lago di Como, a pochi kilometri da casa mia.
E' un segno del destino, L'impresa ha una base solida da cui prendere forma !
Soprattutto mi ha convinto il fatto che il tutto fosse già bell'e montato e settato. Le mia scarsissime conoscenze di elettronica infatti sono un grosso scoglio: d'altronde non si può essere esperti in tutto ! Fatemi fare tutto, ma non chiedetemi di montare e connettere una scheda o un potenziometro.
Per il mio progetto avevo inizialmente previsto di utilizzare 5 computer connessi in rete domestica. Il PC principale su cui gira FS è il mio "vecchio" desktop opportunamente aggiornato, il PC2 è un recupero di un precedente desktop che mio figlio, passato al MAC, non usa più.Col tempo l'ho aggiornato "per forza" quando si è rotta la vecchia mainboard: nuova Asusrock e CPU Intel I7 trovata in offerta allettante e voilà , PC nuovo e performante. Il terzo PC l'ho trovato usato ad una fiera dell'elettronica ad un prezzo allettante e solo il quarto PC è un acquisto nuovo di zecca di una macchina comunque senza grandi pretese prestazionali (non servirebbe). Come quinto e ultimo PC,  utilizzo il mio Notebook HP che col suo monitor 17" oltre che per la configurazione avanzata , è perfetto allo scopo. Successivamente adottando Prosim737, sono sceso a tre PC, più saltuariamente il notebook per applicazioni ed esigenze particolari.
Un discorso a parte per la configurazione della vista esterna del simulatore. Dopo lunghe laboriose elucubrazioni sono giunto alla conclusione di adottare una vista a 180° su schermo circolare mediante tre videoproiettori a focale corta. Lo schermo ha un diametro di circa 5 metri con centro posizionato in mezzo ai due sedili del cockpit. Ho comprato tre Benq ST225 che mi sono sembrati un giusto compromesso fra prestazioni e costo: anche se non sono il meglio quanto a definizione e luminosità, perlomeno non ho fatto ipoteche sulla casa per comprarli! I tre videoproiettori sono collegati ad una Matrox Triplehead Digital che a sua volta riceve il segnale dalla scheda video del PC , la potente NVIDIA 490. Il segnale video viene così splittato verso i tre proiettori dove mediante un software apposito (NThusim) viene ricomposto e adattato alla curvatura dello schermo per ristabilire una visione perfettamente lineare e "naturale" dell'ambiente esterno all'aeromobile. detto così sembra facile... bèh... scordatevelo! sono necessari giorni e giorni per capire come funziona il tutto, come si configura hardwar e software e soprattutto come si apportano tutte le infinitesime regolazioni e aggiustamenti per rendere l'immagine esterna effettivamente "as real as it gets" ! Comunque la fatica viene ampiamente ripagata dalla sensazione di immersione totale nella simulazione del reale che la visione a 180° è in grado di ritrasmettervi. Anche senza il full motion (appannaggio dei simulatori professionali da milioni di euro) vi assicuro che quando volate con una buona visuale esterna di 180°, la giusta illuminazione, il giusto ambiente sonoro eccetera, allora le virate le "sentite" con una immersione e una identificazione alla realtà simulata che vi stupirà certamente per il coinvolgimento emotivo e sensoriale che è in grado di generarvi.


Ottobre 2011 , novità riguardante il software avionica : dopo delusioni ripetute sono giunto alla conclusione di mollare Sim-Avionics e di passare a Prosim737. il sito e il forum sim-Avionics è stato down per un paio di mesi, alla riapertura non si è vista più attività e tutto il progetto sembra ormai fermo per non dire "morto". Mi sembra che la fusione con Flight Deck Solutions abbia di fatto condannato lo sviluppo della suite da parte dell'originario ideatore. Peccato, ma la vita continua.

Prosim737 è effettivamente una spanna superiore come agilità, facilità d'uso e settaggio , risorse impegnate ecc.. Per adesso è ancora in fase di beta test, liberamente scaricabile da tutti senza licenza payware, anche se dall'inizio del 2012  è avvenuto il passaggio alla versione "ufficiale" a pagamento, ma se la costante miglioria del prodotto continuerà ai ritmi attuali non è difficile prevedere un ottimo successo.

Il "server" della suite , Prosim.exe , gira sullo stesso PC di Flight Simulator X, così come il ProsimMCP , in tal modo si "risparmia" in prartica un PC rispetto alla originaria configurazione di Sim-Avionics. Oltretutto Prosim è già perfettamente compatibile col mio hardware CPflight e non ho avuto nessun problema di configurazione, compatibilità o altro. E' bastato collegare le USB e voilà, il gioco è fatto : tutto perfettamente funzionante! Veramente una grande soddisfazione.


TRANSLATE IN YOUR LANGUAGE
 
Flag Counter
Torna ai contenuti | Torna al menu