VISUALE ESTERNA - sim737ng

Vai ai contenuti

Menu principale:

VISUALE ESTERNA

costruzione

Il primo esperimento di visuale esterna è stato reso possibile utilizzando il mio vecchio televisore Sony a retroproiezione che stava relegato in cantina da tempo, inutilizzato dopo l'acquisto del nuovo LCD. Ho faticato un pò per trovare un convertitore del segnale dalla VGA del PC alla scart del TV , poi ho trovato quello che mi serviva da un rivenditore tedesco su eBay. Vedere gli scenari di FS9 sullo maxischermo del mio vecchio TV mi sembrava già un miracolo! Che differenza rispetto al classico monitor 19 pollici cui ero abituato fino allora.
C'era però un problema: il televisore era troppo basso rispetto al cockpit e buona parte dell'immagine "spariva" sotto il bordo superiore dell'MCP. Così mi sono ingegnato per "sollevare" il TV su di una piattaforma formata da mattoni forati e un'asse di legno! dopo qualche prova per trovare l'altezza giusta guardando dal sedile pilota, mi sentii soddisfatto e potei così godermi i primi voli di assaggio col mio primo abbozzo di cockpit. Qui di fianco la prima immagine di quei primi esperimenti di volo.
Questo assetto è stato mantenuto per alcuni mesi perchè il mio progetto prevedeva una visuale esterna di almeno 180°proiettati su uno schermo semicircolare utilizzando tre videoproiettori opportunamente montati a soffitto. la ricerca e la scelta del videoproiettore adatto allo scopo (e economicamente sostenibile per le mie finanze) si è dimostrato un percorso lungo e difficile. Prima di tutto mi sono dovuto documentare e informare sulle varie tipologie di proiettori, scegliendo la modalità DLP che a detta di molti esperti sui vari forum è la più versatile e adatta allo scopo.

La scelta è poi stata obbligatoriamente rivolta ai proiettori "short throw" cioè a corta focale che permettono di poter mantenere l'apparecchio più vicino allo schermo ottenendo una immagine più grande. Il diametro dello schermo semicircolare è di circa 5 metri, quindi l'obiettivo dei proiettori si trova a circa 2,5 metri dalla superficie del telo. A questa distanze relativamente breve, è quindi obbligatorio usare questa tipologia di apparecchi per avere comunque un'immagine di grandi dimensioni.

per chi fosse interessato all'argomento raccomando di non perdersi un sito apposito ricco di notizie, spunti e istruzioni: http://www.projectorcentral.com Su questo sito c'è un pagina che ospita un "regolo" con cui si può calcolare la grandezza dell'immagine proiettata a varie distanze con tutti i proiettori in commercio. Veramente indispensabile e utilissima per farvi con comodo i vostri calcoli e scegliere il proiettore a ragion veduta! Dopo lunghe e travagliate riflessioni ho optato per il Benq 525ST. Un onesto compromesso fra qualità e prezzo. Certamente la risoluzione nativa 1024x768 non è il massimo in quanto a definizione dei particolari degli scenari, ma "tirando" la risoluzione fino 1280x1024 si ottiene comunque un'immagine dettagliata a sufficienza

La luminosità in ambiente oscurato è comunque buona come pure il contrasto generale dell'immagine. Ho inizialmente acquistato un solo proiettore sul sito http://www.videoproiettori.it . Consiglio questo venditore perchè ha sicuramente la scelta più vasta in Italia per questi apparecchi e perchè i prezzi sono tutto sommato onesti. Se non mi sbaglio lo pagai circa 570 euro ( primavera 2010). Oggi questo modello non è più in produzione ed stato sostituito da altri videoproiettori.
La prima volta che ho visto l'immagine proiettata sullo schermo (un vecchio lenzuolo bianco regalatomi da mia moglie) , una bella proiezione di circa tre metri per 2, è stata una bella emozione! Poco dopo mi sono messo alla ricerca su ebay e ho trovato un altro 525ST usato (poco) su un sito inglese per circa 380 euro e uno nuovo in offerta su un sito americano a 410 euro. Anche con le spese di spedizione si trattava comunque di un affare, così li ho acquistati entrambi.
La struttura dello schermo ha richiesto un lungo e accurato lavoro di falegnameria: prima di tutto ho piazzato una serie di montanti pavimento-soffitto ad una distanza di circa 54 cm di distanza l'uno dall'altro. Bisogna stare molto attenti a mantenere la corretta lunghezza del raggio del semicerchio ideale dello schermo. Nel mio caso era circa 250 cm, calcolato dal centro ideale che era posizionato a livello del Throttle Quadrant, in mezzo ai sedili, subito davanti al pedestal.
Successivamente ho poi fissato una serie di tavole di MFD, opportunamente tagliate su misura, fra un montante e l'altro fino a completare la struttura dello schermo.
Inizialmente ho pensato di verniciare di bianco lo schermo con un vernice bianca neutra dopo aver preventivamente lisciato e riempito le fessure inevitabili agli angoli fra una tavola e l'altra con dello stucco per legno. Le prime prove però non mi hanno soddisfatto perchè per quanto avessi accuratamente lavorato gli angoli fra una tavola e l'altra, rimanevano sempre troppo visibili le giunture, creando un irreale "scalino" nell'immagine.

Ho così pensato di rendere lo schermo uniforme e liscio sovrapponendo sopra la struttura in legno uno schermo cinematografico da proiezione che ho trovato su : www.schermionline.it. questo sito vende fra l'altro uno schermo a rullo acquistabile su misura di quello che vi serve. Basta telefonare e ordinare. Il magazzino è a Milano in zona stazione centrale.
Particolarmente difficile è stata la scelta migliore per ovviare alla presenza della finestra sulla parete di destra che sarebbe inevitabilmente stata coperta dalla struttura fissa dello schermo. Eventualità questa che ho voluto evitare per evidenti ragioni. A questo punto non mi restava che escogitare un sistema che mi permettesse comunque di poter accedere alla finestra per aprirla e chiuderla a piacimento.
Ho così montato le 4 tavole di MFD più a destra dello schermo su cerniere che permettono in tal modo di "aprirle e chiuderle" come fossero delle ante di una porta.
Naturalmente ho dovuto tagliare lo schermo cine che ho applicato sullo schermo per poter rimuovere al bisogno la parte che sta appunto davanti la finestra.
Si tratta di una soluzione forse non impeccabile (rimane visibile la linea di divisione fra le due parti dello schermo) ma obbligatoria nel mio caso per poter comunque accedere alla finestra quando serve.
Molto delicato è stato il fissaggio dello schermo, soprattutto pre mantenerlo perfettamente piano e aderente al supporto sottostante senza formare pieghe, deformazioni o quant'altro possa rovinare la linearità della superficie. La parte di schermo rimovibile più a destra l'avevo inizialmente fissata realizzando degli occhielli con bordo metallico sullo schermo appesi a ganci sui montanti verticali, ma successivamente ho optato per un fissaggio più robusto con viti filettanti e rondelle di sostegno sullo schermo perchè a lungo andare il peso stesso tendeva a deformarelo, fino alla rottura per trazione dello schermo stesso.
Il risultato finale è comunque più che soddisfacente e mi ha permesso di poter continuare nell'opera di ottenere una visuale esterna di almeno 180°. Descrivo più dettagliatamente come ho ottenuto un'immagine dai tre videoproiettori nella pagina "Software".

a sinistra:   l'immagine dei proiettori non ancora corretta dal software. E' evidente la sovrapposizione parziale delle imagini proiettate.


a destra :  il software corregge la deformazione dell'immagine  dei tre proiettori e "miscela" la zona di sovrapposizione .

Ottobre 2013 : aggiornamento.
anche se non sembra, ma il tempo passa e bisogna progredire per migliorare sempre e restare al passo con i miglioramenti della tecnologia !
é così che mi sono deciso ad un bell'Upgrade di vari componenti del mio cockpit.
in primo luogo aggiornerò il PC server, quello dove girano FSX e Prosim con  nuova scheda madre, CPU, scheda grafica e ram, come descriverò meglio alla pagina hardware.
Ma soprattutto migliorerò la proiezione della visuale esterna del simulatore aggiornando i proiettori.
La mia scelta, dopo lunga ponderazione, è caduta sul Benq W1080ST, proiettore short throw  con definizione HD (1980x1080) e possibilità di rendering 3D.
date le caratteristiche tecniche di questo proiettore dovrei poter ottenere una visuale a 180° con soli due apparecchi.
sono intenzionato poi ad aggiornare anche il software "warping/blending" passando a Immersive Display Pro di FlyEliseNG, in quanto mi sembra molto più versatile e stabile di Nthusim, che oltretutto è su un binario morto , senza alcun miglioramento o versione aggiornata da ormai veramente troppo tempo.

29 Ottobre :

Oggi il corriere ha consegnato i primi due colli del materiale che ordinato presso Prokoo.it
si tratta di :  Case Antec P183, scheda madre Asus Z87Pro , CPU Intel I7 4770k , scheda video Gigabyte geForce GTX780, alimentatore Sensonic M12 850W.
Sono in attesa dei videoproiettori Benq W1080st che ho ordinato presso DAV.it e che dovrebbero arrivare la settimana prossima.
Risultano ancora indisponibili i due banchi RAM G-skill DDR3 2400Mhz CL 9-11-11-31 , da 8 GB totali ordinati .
Non appena avrò tutto vedrò di mettermi al lavoro per aggiornare la baracca... mi aspetta un gran lavoro !
Aggiornamenti sui progressi alla pagina Hardware

NUOVI PROIETTORI BENQ1080ST : RISOLUZIONE HD PER LA VISUALE ESTERNA


Grandi novità per quanto riguarda la proiezione del mondo virtuale esterno al cockpit : installati tre Videoproietori Benq 1080ST.
la risoluzione sale a 1920x1080, decisamente un bel salto nell'HD, portando la risoluzione totale dell'immagine proiettata a 5760x1080 pixels.
Abbinata alla nuova scheda video NVIDIA GeForce GTX780 con tecnologia surround che permette attraverso le varie uscite di collegare fino a quattro diversi monitor/proiettori, il miglioramento complessivo è veramente rilevante.
Non importa il controllo maniacale dei frame/secondo in FSX, come giustamente è indicato dalla "Bibbia" di NickN sulla migliore configurazione dei sistemi per FSX, ma piuttosto la "fluidità" generale dell'immagine, senza "stutters" . Se l'immagine scorre cioè naturale e fluida come nella realtà percepita dall'occhio umano, non ci importa niente di verificare quanti sono i FPS  in ogni istante ! Non serve a nulla cercare di aumentarli se l'immagine che percepiamo è già scorrevole e senza tentennamenti, naturalmente fluida  !
L'abolizione della mia vecchia Matrox Triplehead toGo , togliendo un "collo di bottiglia" hardware al rendering, contribuisce al miglioramento generale dell'insieme.
La parte più difficile rimane il montaggio dei proiettori al soffitto e il loro corretto posizionamento e allineamento per ottenere un'immagine proiettata quanto più possibile proporzionata e simmetrica sullo schermo semicircolare di 5 metri di diametro.
sono necessarie varie e meticolose prove prima di riuscire ad ottenere il risultato voluto, o almeno un giusto compromesso considerando il limitato spazio in verticale che ho a disposizione. l'altezza del soffito è infatti purtroppo di soli 2,30 m. circa, il che cosituisce un bel problema, non potendo sfruttare appieno la possibile area di proiezione del Benq 1080ST arretrandolo dalla schermo perchè in tal caso la sagoma del profilo superiore del cockpit mi entra di prepotenza nel fascio luminoso crendo una bella zona d'ombra....
L'unica soluzione è quindi avvicinare il proiettore alla superficie dello schermo (a circa 2,30 m.) in tal modo però rimpicciolendo l'immagine proiettata e scontando una maggiore "deformazione" prospettica sulla superficie semicircolare dello schermo stesso. Si tratta di trovare con le prove una soluzione di compromesso accettabile.
Sarà poi compito del software Nthusim di "raddrizzare" le linee prospettiche dell'immagine finale.
in ogni caso, la risoluzione HD è senz'altro un bel vedere per gli occhi!

TRANSLATE IN YOUR LANGUAGE
 
 
Flag Counter
Torna ai contenuti | Torna al menu