YOKE - sim737ng

Vai ai contenuti

Menu principale:

YOKE

costruzione

Qualche giorno prima di Natale sono andato al Cargo City di Malpensa a ritirare lo Yoke che ho acquistato usato dopo aver visto l'annuncio su Mycockpit.org. Si tratta del yoke fabbricato da ACE (Aicrafts Control Engineering) www.737yoke.com. Era montato su un simulatore di 737 che si trova a Vancouver, Canada, www.flightadventures.ca.
Subito dopo Natale ,tutto eccitato e impaziente l'ho finalmente sballato, me lo sono rimirato per bene gustandomi soprattutto la solidità complessiva del tutto testimoniata dal peso e dal materiale e l'ho poi collegato via USB al PC.
E qui purtroppo cominciano le dolenti note: l'asse X dell'elevatore funziona, bene o male, ma l'asse Y degli alettoni sembra morto. Vabbè, mi dico , facciamo una bella calibratura e mettiamo le cose a posto. Errore! La calibratura si rivela pressochè impossibile su FSUIPC. Infatti vengono rilevati degli spikes continui su vari assi, oltre che sull'asse Y, che anzi non rileva alcun segnale di movimento, segno di un malfunzionamento generalizzato dell'interfaccia USB dello yoke. In più, facendo e rifacendo prove su prove, mi accorgo che il volantino ruota ben oltre i 50° per lato, come dovrebbe, ma addirittura gira su sè stesso senza alcun limite, all'infinito.
Insospettito e abbastanza incazzato, smonto con qualche difficoltà il tutto e mi rendo conto che:

1- il volantino gira all'infinito perchè si è rotta la spina metallica che rende solidali il perno centrale pivottante con la flangia che è invece obbligata nel suo movimento ad arrestarsi al limite laterale dei 50°.
2- A causa del roteare senza limiti su sè stessa della ruota dell'ingranaggio su cui è montato il potenziometro, il filo tripolare saldato su quest'ultimo si è naturalmente staccato, ragion per cui non vedevo alcuna attività sull'asse Y alla calibrazione: per forza!
Sono veramente seccato per essere stato raggirato in questo modo. Sono sicuro che non mi era stato fatto alcun cenno di guasto dal venditore durante le trattative. In quel caso non avrei certo comprato un volatino usato, ma inservibile , in Canada! Ho paura di aver buttato al vento 700 euro.
L'unica speranza l'ho trovata nei ragazzi meccanici dell'AeroClub Como, che dopo avermi regolarmente cazziato, hanno accettato di dare un'occhiata allo yoke. Saranno sicuramente in grado di riparare l'aspetto meccanico della faccenda. Diverso è il discorso del potenziometro, per cui sto valutando se sarà il caso di provare a cambarlo con uno nuovo, stando attento a rispettare le dimensioni e il calibro dell'asse ruotante, boh, vedremo...

Aggiornamento post-natalizio  :  Per fortuna il mio amico Adriano è un maghetto della meccanica (per forza! tutti  igiorni a smontare rimontare Cessna e Piper idro, e poi è un interista come me!) e in breve tempo è riuscito a mettermi a posto la rottura del sistema di rotazione del volantino. E' rimasto un lieve scostamento dall'asse centrale in posizione neutra del volantino stesso, ma era pressochè impossibile riallineare perfettamente le varie parti dovendo rifare un foro passante sull'albero centrale per fissare solidamente il tutto!
Meglio una lieve inclinazione del volantino in posizione neutra che buttare via il recente acquisto.
Nel frattempo ho ordinato sul sito di Leo Bodnar un potenziometro adatto all'uso con volanti,cloche,trim, eccetera. e' stato il mio primo esperimento di montaggio e regolazione di un potenziometro, cosa che non avevo mai fatto prima d'ora , e devo dire che sono molto soddisfatto del lavoro fatto.
La calibrazione dei movimenti di rotazione della cloche è stata tutto sommato senza problemi e posso dire di aver ottenuto un risulatao ottimale: lo yoke è adesso ritornato pienamente funzionante, anche se mi resta da affinare la calibrazione mediante FSUIPC dell'elevatore che mi sembra ancora un pò troppo "lasco" nei movimenti richiamata e picchiata dell'assetto dell'aereo.

TRANSLATE IN YOUR LANGUAGE
 
Flag Counter
Torna ai contenuti | Torna al menu